Leadership femminile

Le donne sono un’opportunità per le organizzazioni e per il Paese, ma per coglierla serve una strategia.

La pipeline di donne leader va alimentata e supportata se non si vuole che la leadership al femminile rimanga sommersa e si disperda.  Per far emergere i talenti femminili esistenti velocemente e per crescere una generazione di donne pronte a occupare posizioni di leadership serve (anche se da sola non basta) l’iniziativa di organizzazioni consapevoli e responsabili. Ecco cosa possono fare subito le organizzazioni ottenendo ottimi risultati (molte lo stanno già facendo):

• Identificare gli ostacoli alla leadership femminile nel proprio contesto organizzativo specifico.  Se l’organizzazione non ha già raccolto informazioni e studiato il fenomeno, può essere utile un diagnostico sugli ostacoli di genere per impostare interventi mirati e quindi più efficaci.

Sensibilizzare tutti (e il management in parrticolare) sulle differenze di genere, sulle loro conseguenze, su come rispettarle e valorizzarle. Sono utili brevi workshop per aumentare la consapevolezza sul tema della diversità in generale, con un approfondimento sulla diversità di genere.

Aiutare le donne a non commettere alcuni errori che le danneggiano, a liberarsi da stereotipi e false credenze che ne limitano le potenzialità. Suggeriamo brevi corsi e workshop (in aula o online) pensati per un target femminile con il fine di aiutare a superare gli ostacoli di genere. E’ anche utile il manuale di leadership femminile Il Talento delle Donne di Odile Robotti, il cui scopo è proprio di “vaccinare” le donne contro alcuni virus che colpiscono selettivamente il genere femminile.

Creare un ambiente di lavoro con un buon equilibrio vita-lavoro per tutti, uomini e donne. Si tatta di un insieme di misure che vanno a beneficio di tutti ma sappiamo che per le donne l’equilibrio è fondamentale perché su di loro grava attualmente molto più della metà del carico familiare (casa, figli, anziani,…).
• Supportare le donne nella ricerca di sponsor e mentor interni all’organizzazione. Si tratta di workshop sul tema sponsorship-mentorship per supportare le aziende nel realizzare sistemi di mentorship. Il legame mentorship-leadership femminile è stato più volte dimostrato.

• Imparare a riconoscere, sviluppare e valorizzare i talenti femminili . Si tratta di aiutare le aziende a riconoscere i talenti in maniera più ampia in modo da far emergere la leadership femminile e non solo quella maschile.

“Fare prevenzione” sulle giovani donne mettendole in guardia sulle trappole più comuni in cui potrebbero cadere a causa degli stereotipi di genere. Sono utili workshop specificatamente indirizzati alle generazioni X e Y e la lettura il manuale di leadership femminile Il Talento delle Donne di Odile Robotti, il cui scopo è proprio di “vaccinare” le donne contro gli ostacoli di genere.

• Incoraggiare la riflessione, l’auto-consapevolezza e il dibattito sulla leadership femminile in azienda, per esempio organizzando brevi eventi con guest speaker che parlino di temi di genere e stimolando le donne a tenersi aggiornate con letture di libri e blog sull’argomento. Sul blog di Odile Robotti, Leaderhip femminile,  sono riportati link di vari altri blog che trattano temi di genere dal punto di vista delle donne professioniste e manger.