Visione

Anzitutto, crediamo che formazione, sviluppo e tutti gli interventi che riguardano le Risorse Umane debbano contribuire all’esecuzione della strategia aziendale e debbano avere un ROI significativo. In secondo luogo, crediamo che sia necessario essere al passo con i tempi per quanto riguarda la tecnologia e le metodologie.

Infine, non crediamo molto nelle soluzioni pre-confezionate. Preferiamo un approccio personalizzato in cui la nostra esperienza è il punto di partenza per disegnare insieme ai Clienti le soluzioni che meglio rispondono alle loro esigenze. Infatti, pur disponendo di un catalogo di interventi, non proponiamo interventi a catalogo.

Abbiamo una serie di convinzioni riguardo all’evoluzione dell’area Risorse Umane su cui fondiamo il nostro modo di lavorare.

  • La funzione Risorse Umane diventerà più strategica.
    • I vantaggi competitivi basati sugli asset fisici e finanziari, con poche eccezioni, sono destinati a diminuire di importanza. Il capitale umano, invece, assumerà crescente importanza come fonte di vantaggi competitivi e ciò contribuirà, tra l’altro, ad accrescere l’interesse alla sua misurazione
    • Si chiederà in crescente misura alla funzione Risorse Umane di contribuire creare valore per i clienti, gli investitori e i dipendenti. La funzione Risorse Umane sarà misurata sulla creazione di valore, come già avviene per altre funzioni
  • La formazione in azienda riuscirà a farsi riconoscere come creatrice di valore solo a certe condizioni.
    • avere obiettivi definiti e strettamente connessi alla strategia aziendale e ritorni misurabili
    • comprimere i tempi tra apprendimento e risultati
    • fare leva su strumenti e metodologie innovativi e basarsi sulle più recenti conoscenze in materia. Le conoscenze che derivano dalla psicologia cognitiva, dalle scienze della formazione e la tecnologia sono l’opportunità da cogliere.
  • La capacità di apprendere diventerà una competenza chiave
    • Dato che le conoscenze sono soggette a una obsolescenza sempre più rapida, la capacità di apprendere diventerà una competenza centrale per risorse umane di ogni livello e per le organizzazioni
    • Le risorse umane cercano aziende che formandole ne aumentino la employability. Il supporto all’apprendimento e allo sviluppo individuale saranno un modo per attirare risorse di valore.
  • Per sviluppare competenze istituzionali serve l’azione combinata di formazione, coaching, knowledge management
    • Le aziende devono raggiungere l’eccellenza nelle competenze istituzionali caratteristiche della propria strategia e ciò richiede di più del semplice miglioramento delle competenze individuali e più dei soli interventi formativi. Sempre più la funzione Risorse Umane dovrà essere uno stratega e un direttore d’orchesta, non solo un erogatore di programmi e interventi.
  • Alle organizzazioni serve una squadra per vincere
    • Pur essendo importante vincere la guerra dei talenti (cioè la contesa per accaparrarsi le più qualificate risorse umane), le organizzazioni non possono affidarsi solo alle risorse più qualificate per competere, ma devono riuscire a valorizzare e a coinvolgere tutte le risorse.
  • Formazione e percorsi di sviluppo devono basarsi su una partnership di tipo win-win tra azienda e dipendente
    • Effettuare interventi rivolti alle risorse umane in un ottica win-win è il modo migliore per creare vantaggi competitivi sostenibili basati sul capitale umano.

  • Pensiamo che l’implementazione della strategia richieda spesso il miglioramento delle competenze ed il cambiamento dei comportamenti delle persone
  • Crediamo che, in misura sempre maggiore, i vantaggi competitivi più rilevanti risiedano nelle risorse umane.